credo che si debba sapere

L'Assemblea nazionale francese, tra la fine del XVIII e la mtÓ del XIX secolo, ha definito il metro come la decimilionesima parte della lunghezza di un quadrante di meridiano terrestre e il secondo come la 86.400 parte del giorno solare medio.
Oggi il secondo Ŕ definito come 9.192.631.770 volte il periodo di oscillazione dell'onda magnetica emessa o assorbita nel salto quantico di un elettrone tra due livelli iperfini dello stato fondamentale dell'atomo di cesio. Il metro come la distanza percorsa dalla luce in 1/299792458 di secondo.

Le due unitÓ di misura sono quindi collegate, come propose giÓ nel 1675 Tito Livio Burattini col pendolo del secondo (un pendolo lungo 99,4 cm batte il secondo).

I francesi decisero che era 'innaturale' legare lo spazio col tempo, ma in realtÓ volevano legare il metro al cosiddetto 'meridiano di Parigi' per motivi nazionalistici.
Inglesi e Americani videro la cosa come un atto di prepotenza e ruppero la collaborazione, con le conseguenze che ancora portiamo.

Il metro di Burattini sarebbe stata una scelta decisamente pi¨ felice sia tecnicamente che politicamente.

articolo