[COM]
CENTRO ONCOLOGICO MODENESE
ASSOCIAZIONE
ANGELA SERRA
PER LA RICERCA
SUL CANCRO
UNIVERSITÀ
DI MODENA
POLICLINICO
DI MODENA

CONVENZIONE TRA AZIENDA OSPEDALIIERA DI MODENA, UNIVERSITÀ DI MODENA E ASSOCIAZIONE "ANGELA SERRA" PER LA COSTITUZIONE DEL CENTRO ONCOLOGICO MODENESE.

- L'AZIENDA OSPEDALIERA DI MODENA (c.fnr.02241740360), con sede legale in Modena, Via del Pozzo nr.71, nella persona del Dott. Roberto Rubbiani nato a Pavullo nel Frignano (Modena), il sedici aprile millenovecentoquarantacinque (16/4/1945), in qualità di Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera di Modena presso la quale è domiciliato per la carica-,

- L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA (c.£ n-r. 00427620364), nella persona del Prof. Carlo Cipolli, nato a Crevalcore (Bologna), il sei gennaio millenovecentoquarantacinque (6/1/1945), Rettore pro-tempore dell'Università degli Studi di Modena persso la quale è domiciliato per la carica, autorizzato dal Consiglio di Amministrazione dell'Università stessa con deliberazione del 3/4/1996;

E

- L'ASSOCIAZIONE "ANGELA SERRA" PER LA RICERCA SUL CANCRO, (c.fnr.94012300367), con sede legale presso l'ordine dei Medici della Provincia di Modena, Piazzale Boschetti nr. 8, 41 100 Modena, nella persona del Dott. Federico Massimo Rosario, nato a Taviano (Lecce), il ventuno settembre millenovecentocinquanta (21/9/1950), nella sua qualità di Presideinte dell'Associazione stessa, presso la quale è domiciliato per la carica,

PREMESSO

- che l'Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena e l'Università degli Studi di Modena hanno intenzione di costituire quanto prima una Fondazione per favorire lo sviluppo delle attività di:
a) ricerca in ambito medico-biologico e medico-clinico per la diagnosi e la terapia delle patologie degenerative più diffuse nel territorio modenese;
b) assistenza in ambito sia ospedaliero che extra ospedaliero per la prevenzione e il trattamento delle patologie suddette, anche avvalendosi dell'opera di associazioni e gruppi di volontariato; c) adeguamento e potenziamento delle attrezzature e delle tecnologie sanitarie;
d) promozione e sostegno dello sviluppo edilizio del Policlinico, per l'istituzione di nuove strutture o l'ampliamento di quelle attuali adibite all'assistenza, alla formazione e alla ricerca;

- che, nelle more della costituzione di tale Fondazione, l'Azienda e l'Università intendono avviare forme di collaborazione sistematica sia con singole Associazioni già operanti nell'ambito della promozione della ricerca e dell'assistenza ospedaliera ed extra ospedaliera per i portatori di specifiche patologie, sia con enti pubblici e privati interessati alla promozione dell'assistenza e della ricerca;

- che lo strumento più adeguato per configurare in modo sistematico, anche se temporaneo, tali forme di collaborazioni è la convenzione tra gli Enti e i soggetti interessati;

CONSIDERATO

- che l'Azienda Ospedaliera ha conferito un incarico per l'elaborazione di un piano di adeguamento dell'assetto globale dell'area del Policlinico, al fine di programmare gli interventi di tipo edilizio necessari per far fronte all'evoluzione delle esigenze assistenziali, tenendo conto anche delle esigenze indotte dalla presenza del triennio clinico della Facoltà di Medicina e Chirurgia;

- che il piano suddetto deve essere completato sollecitamente, anche per predisporre le opportune richieste di adeguamento del piano particolareggiato dell'area del Policlinico;

- che l'Università ha diretto interesse affinché in detto piano siano previsti i dovuti adeguamenti e potenziamenti delle strutture didattiche e di ricerca, da sviluppare in stretto collegamento con le strutture assistenziali, al fine di precostituire le condizioni per una didattica altamente qualificata e per un'attività di ricerca avanzata nell'ambito sia della medicina clinica, che delle biotecnologie mediche (soprattutto per i seguenti settori: oncologia medica e sperimentale; anatomia, istologia e citologia patologica; citogenetica; infettivologia, microbiologia, virologia; biologia molecolare e terapia genica; immunologia clinica; epidemiologia oncologica);

VALUTATO

- che l'Associazione "Angela Serra" opera attivamente per promuovere la costituzione di un Centro Oncologico Modenese (C.O.M.) e, in particolare, di un'area omogenea di oncologia medica all'interno dell'Ospedale Policlinico di Modena (attraverso campagne di sensibilizzazione e di sottoscrizione pubblica);

- che l'Azienda Ospedaliera valuta positivamente la realizzazione, all'interno del Policlinico, di un Centro Oncologico e, in particolare, di un'area omogenea di oncologia medica, al fine di riorganizzare e potenziare l'assistenza di specie in tutte le sue forme, per assicurare autosufficienza al bacino provinciale e per sostenere altresì lo sviluppo delle attività didattiche e di ricerca specifiche;

- che l'Università di Modena ha manifestato un formale interesse per la realizzazione del C.O.M. e, in particolare, di un'area omogenea di oncologia medica, anche attraverso la compartecipazione all'acquisizione del progetto esecutivo ed alla successiva realizzazione del progetto stesso;

CONSTATATO

- che l'Azienda Ospedaliera di Modena, l'Università degli Studi di Modena e l'Associazione "Angela Serra" intendono adottare rapidamente gli atti necessari alla realizzazione del Centro Oncologico e, in particolare, di un'area omogenea di oncologia medica;

DATO ATTO

- che l'Azienda Ospedaliera ha già provveduto ad individuare la collocazione adeguata dei laboratori di infettivologia, immunologia e virologia in un edificio prospiciente all'area destinata all'edificio che accoglierà le funzioni di rilevanza oncologica di cui alla presente convenzione;

CONVENGONO

quanto segue:

Art. 1 - L'Azienda Policlinico di Modena, l'Università degli Studi di Modena e l'Associazione "Angela Serra" si impegnano a realizzare, secondo le modalità previste negli articoli successivi, il C.O.M. e, in particolare, di un'area omogenea di oncologia medica all'interno del Policlinico di Modena per migliorare le attività assistenziali, formative e scientifiche in ambito oncologico, riconosciute di comune interesse.

Art. 2 - L'Università di Modena e l'Azienda Ospedaliera di Modena si impegnano, per le rispettive competenze, a potenziare o a realizzare ex novo negli ambiti della medicina clinica e delle biotecnologie mediche di rilevanza oncologica le seguenti funzioni assistenziali a supporto delle attività didattiche e di ricerca: oncologia medica e sperimentale; biologia molecolare e terapia genica; infettivologia, microbiologia, virologia; anatomia, istologia e citologia patologica; citogenetica; immunologia clinica; epidemiologia oncologica.
A tal fine si impegnano, in particolare, a realizzare un'area omogenea di oncologia medica, in quanto essa rappresenta un presupposto essenziale per lo sviluppo sia delle funzioni assistenziali di oncologia medica, di medicina interna ad indirizzo oncologico e di ematologia, sia dei correlati settori formativi e di ricerca medico-clinica e biotecnologica.

Art. 3 - L'Azienda Ospedaliera, l'Università e l'Associazione "Angela Serra" si impegnano a realizzare un'area omogenea di oncologia medica, tramite anche l'edificazione di un nuovo fabbricato in prossimità degli edifici di "Pneumologia" e di "Malattie Infettive - AIDS". Gli spazi da destinare alle funzioni assistenziali, di didattica e di ricerca, previsti dal progetto sanitario dell'area omogenea di oncologia medica - già approvato nelle sue linee fondamentali dalla Direzione dell'Azienda Ospedaliera e dal Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia - sono identificati come segue:

1. NUOVO FABBRICATO

2. EDIFICIO PNEUMOLOGIA Il lay-out distributivo delle funzioni sopra indicate sarà dettagliatamente specificato in un progetto di massima commissionato dall'Azienda Ospedaliera e dall'Università, e dalle stesse approvato, sentita l'Associazione "Angela Serra".

Art. 4 - L'Associazione "Angela Serra" si impegna, in particolare, con oneri e spese a proprio carico, ad acquisire il progetto esecutivo dell'edificio destinato ad allocare le attività e le funzioni specificate nell'art. 3. Il progetto dovrà essere elaborato in conformità alle specifiche contenute nel Progetto Sanitario di cui all'art. 3 e sarà successivamente sottoposto all'approvazione dei competenti organi dell'Azienda Ospedaliera e dell'Università.
Successivamente all'approvazione del progetto esecutivo, l'Azienda Ospedaliera perfezionerà la costituzione del diritto di superficie a favore dell'associazione "Angela Serra", affinché questa possa procedere all'esecuzione delle opere per la costruzione del fabbricato a rustico (importo di circa L. 5 mld).

Art. 5 - Per la realizzazione delle opere descritte nel precedente articolo, l'Associazione "Angela Serra" assume ogni onere finanziario e le relative responsabilità, ivi comprese quelle a carico del committente, sollevando conseguentemente l'Azienda Ospedaliera e l'Università da ogni onere.

Art. 6 - Realizzato il rustico in conformità al progetto esecutivo, e superate le procedure intermedie di collaudo in quanto propedeutiche all'atto di donazione, l'Associazione "Angela Serra" disporrà il trasferimento a titolo gratuito sia del progetto esecutivo per le opere non ancora realizzate, sia del manufatto a rustico a favore dell'Azienda Ospedaliera (per gli spazi relativi alle attività di degenza ed a parte delle funzioni generali) e dell'Università (per gli spazi relativi ai laboratori e al day hospital ed a parte delle funzioni generali). Gli oneri della donazione saranno a carico dell'Associazione "Angela Serra".

Art. 7 - L'Associazione "Angela Serra" acconsente ad eventuali atti di permuta tra l'Azienda Ospedaliera e l'Università relativamente a parte degli spazi realizzati al rustico, qualora tali atti siano funzionali ad una maggiore razionalità della gestione organizzativa delle attività assistenziali, formative e di ricerca richiamate nelle premesse del presente atto. L'Azienda Ospedaliera e l'Università si impegnano a destinare in perpetuo gli spazi di loro proprietà nell'edificio realizzato con il concorso dell'Associazione "Angela Serra" ad attività assistenziali, formative e di ricerca di interesse oncologico.

Art. 8 - L'Azienda Ospedaliera e l'Università si impegnano a completare l'edificio ricevuto in donazione in conformità al Progetto Sanitario ed al progetto edilizio (con oneri finanziari quantificati in circa L. 9 miliardi). Gli oneri per il completamento dei due piani di degenza e di parte del piano dei servizi generali saranno a carico del bilancio dell'Azienda Ospedaliera. Gli oneri per il completamento dei laboratori, di parte del piano dei servizi generali e degli spazi di day-hospital (o, a seguito di permuta degli spazi per day-hospital, servizi generali, centrali tecnologiche, spogliatoi e depositi con altri spazi da adibire a laboratori all'interno dell'edificio di Pneumologia) saranno sostenuti dall'Università con fondi resisi disponibili a seguito di minori esposizioni finanziarie per interventi già programmati dall'Università a sostegno delle attività didattiche e di ricerca all'interno del Policlinico, anche a seguito di indicazioni regionali sull'utilizzazione di parte dei fondi del Servizio Sanitario Nazionale oggetto di trasferimento alle Aziende Ospedaliere sulle quali insiste il triennio clinico della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Art. 9 - Per facilitare l'acquisizione delle risorse finanziarie necessarie per contribuire alla realizzazione dell'area omogenea di oncologia medica da parte dell'Associazione "Angela Serra", l'Azienda Ospedaliera e l'Università si impegnano a concorrere, nelle forme volta per volta stabilite, alle iniziative di promozione e sensibilizzazione proposte dall'Associazione medesima e preliminarmente approvate dai due Enti.

Art. 10 - Le relazioni tra gli enti promotori del Centro Oncologico Modenese nel periodo successivo alla realizzazione dell'area omogenea di oncologia medica saranno disciplinate all'interno dello Statuto della Fondazione, richiamata in premessa, che verrà istituita nelle more della costruzione dell'edificio di cui alla presente convenzione.

Modena, li 10 maggio 1996

IL DIRETTORE GENERALE DELL'AZIENDA OSPEDALIERA DI MODENA
(Dott. Roberto Rubbiani)

IL RETTORE DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA
(Prof. Carlo Cipolli)

IL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE "ANGELA SERRA" PER LA RICERCA SUL CANCRO
(Dott. Federico Massimo Rosario)